lunedì 15 luglio 2019

Campigna trail, una bella escursione per le ragazze del Liv 2 della Corriferrara Runner's School.




14 LUGLIO 2019

” 6° Trail Competitivo di Campigna
Al via la 6° Edizione del Trail di Campigna che da questo anno e’ entrata a far parte del Trail Cup delle Foreste Casentinesi ,  e 27’Podistica NON Competitiva.
Dopo il grande successo di partecipanti delle passate edizioni , la Gara del 2019 si articolera’ lungo 1 percorso tecnico Competitivo ed Una Passeggiata Non Competitiva ,rispettivamente lunghi il primo 24Km ed una corsa-passeggiata non competitiva di 11 Km che attraverseranno il Cuore della meravigliosa Foresta del Parco Nazionale.

Con partenza all’ alba da Ferrara ..il gruppo Runner’s school L 2..:Emanuela Lambertini,Stefania Molinari ,Michela Cora’ e Zaipol( Zappalà Graziella ) con la  piccola Matilde e the “Queen  Silvana “.
Spinte  dall‘entusiasmo di ritornare in un posto magico e meraviglioso -Le foreste Casentinesi -partiamo  per la grande avventura direzione Campigna .
Dopo due ore di marcia tra tornanti e valli boschive incantate ed incontaminate arriviamo a destinazione .Il tempo  di sgranchirsi le gambe,prepararsi con tutto il “necessarie “ per il trail( gel ,flash ,barrette ..)capatina  al Bar per il caffè di rito e via sulla griglia di partenza.
Tanti  i partecipanti competitivi ma anche i “passeggiatori “non son da meno e noi con loro .
-3/2/1 e viaaa....!lo sparo da iniziò a questa grande e magnifica avventura ;si corre lentamente (leggermente in salita )sulle punte per non affaticare i polpacci ;proviamo a  correre i primi metri perché non vogliamo esser da meno agli altri ,ma la pendenza si fa sentire per chi come noi è abituata a correre in pianura e così proviamo a rallentare un po’.
Piccoli passettini per regolarizzare il fiato per evitare qualsiasi forma di crisi respiratoria ;il dislivello inizia a farsi sentire ma il paesaggio che si presenta ai nostri occhi ripaga ogni fatica .
Un paesaggio a dir poco fiabesco ;alberi secolari ed immensi  abbracciano con le  loro fronde e i loro
rami le nuvole ,mentre il sole caparbio prova ad infiltrarsi tra di loro e ad illuminare il sentiero che si pervade di profumi ,di colori e di suoni tra  cinguettii di uccelli e cascate sgorganti .
Aumentiamo il passo e dopo aver attraversato il bosco ci ritroviamo dinanzi ad una prateria dai colori brillanti:ginestre e fiori di montagna colorano questo immenso prato giallo/verde mentre  sullo sfondo un paesaggio incontaminato di boschi e vallate ci fa volare con la fantasia .
Solo una Vanessa dai colori sgargianti  svolazzante e leggera ci riporta alla realtà : su ragazze e’ arrivato il momento di riprendere la marciaaaaaa.!!!
Si sa dopo le salite iniziano le discese ed è così che continuiamo il nostro percorso saltellando velocemente in discesa lungo un sentiero che ci riporta dopo 11 km all’‘arrivo ...
Che emozione arrivare contemporaneamente al primo “trialista”  competitivo che di km ne ha corsi 24.,ma noi siamo contente lo stesso;con il nostro tempo 1:54:...e qualche  secondo ci riteniamo soddisfatte per aver vissuto una giornata a dir poco indescrivibile tra risate ,affetto e tanta complicità,ma soprattutto per aver superato e osteggiato i nostri limiti .la prossima volta ci impegneremo a fare di più ,a migliorar le nostre prestazioni ,ma intanto continuiamo a correre ;perché correre ci fa stare bene ,perché la corsa e’ carica,la corsa e’ energia ,la corsa e’ VITA!!
E noi oggi e non solo oggi ,abbiamo vissuto una giornata davvero fantastica,decisamente 🔝.
Graziella Zappalà




Non competitiva km 11 D+500 punti 11+5
Corà Michela
Lambertini Emanuela
Molinari Stefania
Zappalà Graziella

7ª Notturna della Portaccia, Paola 3ª di categoria!



Una gara che ha riscontrato i pareri positivi dei nostri atleti e ha visto come di consueto la bravissima Paola salire sul podio per il suo abituale premio di di categoria. Bravissima!



Notturna della Portaccia a Castiglione dei Pepoli gara collinare di km 11,200 suddivisi su 3 giri uguali tutti attorno al paese.
La gara parte alle 21, arriviamo un’oretta prima e ci rendiamo subito conto che c’è molta partecipazione (che si rivelerà anche parecchio agonistica visti i risultati finali).
Si parte dal centro paese appena superata la porta (Portaccia ?) inizia una lunga e incoraggiante discesa di alcuni tornanti, seguono alcune salite belle toste delle quali una lunga circa 800 metri. Ogni giro termina con una bella discesa di pochi metri, ma molto tecnica.
Si ripassa quindi per la partenza per altre due volte, ben consapevoli del giro e di come distribuire le forze.
Gara quindi molto piacevole, varia, nonostante i 3 giri uguali e con contorno di tifo ovunque tra le strade del paese e di musica davanti i locali.
Ottima organizzazione con spogliatoi, docce e ristoro finale che più vario di così non si può: frutta fresca di ogni tipo, verdure tagliate in vaschette chiuse, una infinita’ di torte casalinghe, meringhe, piatti di pasta, panini con salsiccia o crudo, tartare di carne con insalata fredda al farro... insomma non manca nulla !! Di difetti non ne abbiamo trovati e ce la segneremo in calendario per ripetere la bella esperienza il prossimo anno!
Paola Pantaleoni.





Competitiva km11,2 D+ 240
Primo classificato Ginosa Arturo 00:39:01 ritmo 03:29
Prima classificata Ravelli Francesca 00:44:31 ritmo 03:59


Marcia del Carmine. Ottima organizzazione e bel percorso.



Una bella manifestazione podistica ha allietato la domenica dei nostri atleti che si sono recati a Curtarolo per la Marcia del Carmine. la gara prevedeva 3 differenti distanze sulle quali non mancavano abbondanti rifornimenti per i podisti. Tutti soddisfatti per l'ottima organizzazione, il percorso e la simpatia e gentilezza dei volontari che si sono prodigati lungo il percorso per rendere piacevole questa manifestazione. Complimenti all'organizzazione! Di seguito alcuni commenti.




Marcia del Carmine a Curtarolo, 16 km, corsi in pieno relax. 6 ristori sul percorso più uno finale, un ristoro con mojito al 10° km, uno con spritz, birra. mortadella e formaggi al 14°, ristoro finale ben fornito a base di cocomeri e pesche, ghiaccioli e altro. Per quanto riguarda la gara, il percorso è stato bello e divertente, affrontato con lo spirito giusto insieme a Daniele, Mirko,Luca e Davide, tra una battuta e l'altra, risate, foto e drink,il tempo è volato e siamo arrivati alla fine senza accusare fatica. Splendida organizzazione, bel percorso. Da rifare! Luigi Medas


E poi mi chiedono come faccio a lavorare fino a mezzanotte e svegliarmi alle 5 per andare a correre.. Semplice, basta scegliere
una marcia padovana dove al ristoro del sesto chilometro insistono per farti bere un Mojto alle 8.45!! Federica Virgilli







Mattinata stupenda! E, ancora una volta, il piacere della sana condivisione, fatta di km, aneddoti, risate, sudore e.... birra!
Davide Bianchini
























Non competitiva km 16 punti 16
Bianchini Davide
Checchinato Raffaello
Medas Luigi
Panagin Franca
Scabbia Daniele

Non competitiva km 12 punti 12
Catozzi Cristina
Rinaldi Franco
Virgilli Federica

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON '19: NOVE EROICI CORRIFERRARA AL TRAGUARDO!

6 Luglio 2019 - Giornata da incorniciare quella che ha visto svolgersi l'edizione 2019 della Primiero Dolomiti Marathon, una delle più interessanti, affascinanti e dure gare del panorama estivo.
Circa 3000 partecipanti si sono cimentati sui due percorsi di 42 km e 26 km, entrambi con notevole dislivello e paesaggi mozzafiato.
Partenza alle 8:45 da Villa Welsperg in Val Canali per i maratoneti, ed alle 10:30 dal centro di San Martino di Castrozza per gli atleti della 26K: mattinata gradevole inizialmente fresca ma soleggiata, ideale per correre.

Il percorso si snodava dalla zona di partenza verso San Martino di Castrozza, con un tracciato tutto in salita fino a San Martino di Castrozza, dove si respira un po' per poi riprendere la fase più impegnativa dopo il centro abitato, con salite di una certa difficoltà e già una ventina di chilometri sulle gambe. Segue il passaggio forse paesaggisticamente più affascinante, con la lunga discesa sulla strada di ciottoli verso il lago Calaita, incastonato fra le imponenti cime e contornato dai verdi pascoli punteggiati dal bestiame.
Molta la partecipazione di pubblico, fra quelli che si trovavano effettivamente sul luogo per vedere il passaggio della manifestazione sportiva e semplici escursionisti che procedevano sul tracciato di gara senza mai ostacolare gli atleti; anche diversi abitanti della zona hanno approfittato della bella giornata di sole per godersi una mattinata nel giardino di casa e sostenere gli atleti al loro passaggio. L'ultima parte del percorso è quella che ha subito qualche cambiamento rispetto all'anno precedente e la lunga discesa verso Fiera di Primiero è diventata impegnativa per un paio di salite impreviste e non segnalate, che arrivano quando ormai le energie sono al lumicino e si spera solo di arrivare a valle il prima possibile. 
Vincitore di giornata un grande Fabio Ruga che ha chiuso la Primiero Dolomiti Marathon con il tempo di 3h01'35", ed oltre 6' di vantaggio sull'inglese Payn, che aveva condotto in testa la prima parte di gara; terzo posto per 


Fra le donne, sensazionale quarto posto assoluto per la bresciana Barbara Bani che col tempo di 3h22'01" bissa la vittoria del 2018 con una gara condotta in testa fin dal primo metro. 

Secondo posto ma distacco di quasi 40 minuti per Silvia Rigoni che chiude poco sotto le 4 ore (3h59'08") e terzo gradino del podio per Chiara Moretto in 4h07'09"


Il percorso, rivisto nella parte finale, dichiarava 1243 m. di dislivello positivo e 1543 m. di dislivello negativo, la gara ha visto invece un dislivello positivo ben oltre i 1350 metri ed un paio di salite nella parte finale di gara apparentemente non previste nella mappa di gara. 



Altimetrie difformi anche nella "26K" dove i 448 m di dislivello positivo si sono rivelati essere poco meno di 700, che sommati ai 1198 m di dislivello negativo, hanno reso anche questa gara molto dura.

Vittoria per Luca Cagnati in 1h42'40", e secondo posto per Enrico Pedron in 1h49'01"; belle notizie per il terzo gradino del podio, con il nostro mirabellese Massimo Tocchio portacolori della Salcus che guadagna la medaglia di bronzo con il tempo di 1h50'21"
Anna Caglio invece trionfa in campo femminile, conquistando il gradino più alto del podio in 1h54'25"; seconda piazza per Manuela Marcolini in 2h02'23" e terza classificata Manuela Bulf con il tempo di 2h03'15".
I runners partecipanti sono stati oltre 400 partecipanti alla distanza regina, circa 1800 partecipanti alla 26K e tantissimi partecipanti alla corsa ludico motoria di 6,5 km.
In totale circa 3000 runners, bambini e famiglie e fra questi anche alcuni grandi nomi della corsa in montagna, e diversi Azzurri che si trovavano in valle di Primiero in preparazione degli Europei.


Corriferrara non manca mai alle manifestazioni podistiche più rappresentative del panorama italiano, ed anche questa volta troviamo 9 partecipanti al via: 8 atleti impegnati alla 26 km ed Alessio Montanari che reduce da un piccolo infortunio si regala un rientro col botto, correndo la 42 km.



Ottime indicazioni cronometriche per Sandro Prini (13° di categoria) ed Andrea Masetti (132° assoluto) che guidano il nostro gruppo; seguono Mirko Tebaldi e Mario Boarati, anch'essi con buoni tempi e soddisfazione al traguardo; menzione d'onore la nostra rappresentanza femminile con Manuela Marangoni e Stefania Bruschi che chiudono poco oltre le 3h15'.



Di seguito alcuni commenti dei nostri atleti:

"Rimane, a mio avviso, una tra le gare più emozionanti, non tanto per la distanza o per l’altimetria, quanto invece per il calore della popolazione, l’impeccabile organizzazione ed il contesto paesaggistico. L’emozione dell’arrivo è unica nel suo genere è una gara che consiglio a tutti i livelli di preparazione atletica".
Sandro Prini  


"Gara molto bella,anzi bellissima. Tantissima gente sia sul percorso,anche semplici escursionisti si fermavano per fare il tifo,sia nel centro di San Martino per la partenza e a Fiera di Primiero per l'arrivo. Il percorso rimaneggiato per gli eventi atmosferici di quest'inverno,è più duro di quanto mi avevano prospettato ed infatti anche il dislivello varia molto e si passa dai 450 metri degli anni scorsi ai 700 e passa di quest'anno. Sono molto contento della mia gara poiché non mi sarei mai aspettato di chiudere 132esimo assoluto ne tanto meno con quel crono considerando il dislivello maggiore del previsto e il caldo che verso la fine del percorso mi ha fiaccato un po' e ha richiesto più soste ai ristori per rinfrescarsi".

Andrea Masetti

"Quest'anno all'ultimo decido di iscrivermi alla 26 km che si svolge nello splendido scenario delle dolomiti da San Martino di Castrozza con il percorso che giunge a Fiera di Primiero. Bellissima giornata di sole che ha accompagnato i 1500 iscritti (tra la 26k ed i 42k) lungo i meravigliosi paesaggi del percorso che alterna sentieri, bosco e mulattiere. Organizzazione impeccabile".
Marcello Lampronti


"Gara come al solito ben organizzata, giornata di sole stupenda, percorso incantevole da San Martino, salendo verso il lago di Calaita, per poi scendere verso il passo Gobbera e seguendo la via Nova arrivo a Fiera di Primiero, location TOP.
Sono partito come il mio solito, molto tranquillo, cercando di gestire le energie nel primo tratto di salita, ma poi si è chiusa la vena e ho dato il mio meglio nella seconda parte dove, per ragioni di sicurezza hanno dovuto cambiare il percorso aggiungendo alcune interminabili salite a 8 Km dall’arrivo..ho sofferto tanto il caldo, ma nonostante le vesciche ai piedi.. e le energie a zero, sono riuscito con grande soddisfazione a terminare l’impresa, che nonostante il dislivello in più, ho accorciato i miei tempi rispetto alla scorsa edizione di 38’!! Grazie ai consigli dei nostri super coach della Running School non ci poniamo più limiti!"💪🏽😅

Giancarlo Di Ruggiero 

"Primiero Dolomiti Marathon: Quest'anno faccio la corta da 26km. Dormo 3 ore poi raggiungo l'amico Alessio Montanari che fa un'impresa incredibile in maratona.
Io, Sandro, Andrea Mario e Marcello concludiamo la 26 con ottimi risultati per Sandro e Andrea, davvero forti.io molto soddisfatto, nelle salite corro molto di più, in discesa sono ancora una tragedia. Ci lavoreremo su".
Mirko Tebaldi

"Insomma alla fine ce l’ho fatta: sono arrivato al traguardo in 5h25’, nemmeno troppo sconvolto dalla fatica: non era per nulla scontato data la gravità dell'infortunio da cui sto ancora guarendo, e per la scarsa ma intensa preparazione che mi ha portato qui con soli 15 giorni a disposizione dopo aver abbandonato le stampelle.

Avevo veramente voglia di correre...42,195 km e 1350 metri di dislivello positivo, posti spettacolari, tanto tifo anche se eravamo immersi nella natura: esperienza indimenticabile, forse la corsa più complicata mai portata a termine. Mi sono goduto ogni singolo metro, il sudore in salita, i paesaggi, i ristori, fatto foto, i sorrisi della gente.

Dedico questo traguardo e questa medaglia alla mia mamma che oggi spegne 60 candeline! Gliela dedico per il suo compleanno ma anche perché abbiamo la stessa genetica: non molliamo mai!



La dedico anche alla mia grandiosa metà Giorgia, quasi giunta al termine della sua “maratona” di 9 mesi 🤰🏻 

La dedico alla nostra Gemma che sta per arrivare, che possa avere nel suo DNA la tenacia e l’ostinazione dei suoi genitori.

E un grazie speciale a Marco Ferrari e Fisiowin Legnago, autori di un vero miracolo: rimettermi in piedi dopo la distorsione e permettermi di correre!
Un grazie particolare all’amico Mirko Tebaldi: le imprese compiute assieme cominciano a diventare tante, anche se... che “bucio di culo” tocca farsi per arrivare a questi traguardi!
E complimenti a Massimo Tocchio per l’ottimo terzo posto nella 26K; oggi sono veramente felice!"
Alessio Montanari

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON - 26K - D+650






1° CLASSIFICATO
CAGNATI
LUCA
26 KM - D+650 Mt. -  01:42:40 (PASSO 3'57"/km)




1° CLASSIFICATA
CAGLIO
ANNA
26 KM - D+650 Mt. -  01:54:25 (PASSO 4'24"/km)




POS. ASS.
COGNOME
NOME
CAT.
POS.CAT.
POS_SESSO
TEMPO UFFICIALE
REAL TIME
DISTACCO
PASSO/km
DISTACCO
PUNTI 26+6+
RANKING
102
PRINI
SANDRO
SM50
14
84
2:25:25
02:24:53
+42:45
5'34"
1'37"
13
866
132
MASETTI
ANDREA
SM
12
110
2:31:36
02:31:14
+48:57
5'49"
1'52"
11
851
238
TEBALDI
MIRKO
SM50
33
196
2:46:52
02:46:19
+1:04:13
6'24"
2'27"
8
816
279
BOARATI
MARIO
SM55
23
224
2:53:43
02:53:12
+1:11:04
6'40"
2'43"
6
800
301
DI RUGGIERO
GIANCARLO
SM45
68
243
2:55:46
02:55:20
+1:13:07
6'45"
2'48"
6
795
364
LAMPRONTI
MARCELLO
SM45
83
283
3:07:20
03:06:56
+1:24:41
7'11"
3'14"
4
769
407
MARANGONI
EMANUELA
SF50
17
97
3:15:19
03:15:03
+1:32:39
7'30"
3'06"
4
750
435
BRUSCHI
STEFANIA
SF45
21
110
3:19:38
03:19:09
+1:36:59
7'40"
3'16"
3
740










 PRIMIERO DOLOMITI MARATHON - 42K - D+1350






1° CLASSIFICATO
RUGA
FABIO
42 KM - D+1450 Mt. -  03:01:35 (PASSO 4'19"/km)




POS. ASS.
COGNOME
NOME
CAT.
POS.CAT.
POS.SESSO
TEMPO UFFICIALE
REAL TIME
DISTACCO
PASSO/km
DISTACCO
PUNTI 42+13+
RANKING
199
MONTANARI
ALESSIO
SM40
39
163
5:25:54
05:25:46
+2:24:20
7'45"
3'26"
7
760