giovedì 17 ottobre 2019

La mezza di Treviso 2019: molto bene le ragazze


In un clima tipicamente autunnale avvolti dalla foschia mattutina, gli atleti hanno preso il via della mezza di Treviso domenica 13 Ottobre, gara ideata ed organizzata dall'ex maratoneta Salvatore Bettiol.
Podio maschile per MELLY JOEL KIPKENEI in 1:05:07, seguito da NADALUTTI FRANCESCO di Sportiamo in 1:10:43 e PENAZZATO MATTEO dell'Atletica Riviera del Brenta in 1:11:05. Al femminile vittoria per SCARPINI BEATRICE della Montello Runners Club in 1:22:03, seguita da FABRIS MARTA dell'A.S.D. Team Km Sport in 1:23:00 e MICHIELAN ERIKA dell'Amatori Atl. Chirignago in 1:24:43.
Il percorso sempre molto veloce, soprattutto nella prima parte, ha permesso buoni risultati soprattutto per le nostre ragazze che sono giunte seconda e terza della loro categoria.


Ecco il commento di un nostro atleta:
"Mi presento a Treviso dopo aver dato buca ad Eliud Kipchoge il giorno prima, nonostante mi avesse chiesto di fargli da lepre e scudo umano anti-vento: le mie performance attuali risentono un filo della totale mancanza di allenamento. Mi sto nutrendo di cibo per l'anima, ma non solo quello, e all'ultimo decido di non indossare la canotta da top runner Corriferrara, che mi sta attillata tipo muta da sub.

Il clima è ideale, e a Treviso ho splendidi ricordi dall'anno prima: una mia prestazione super, e pure Giorgia che aveva fatto un ottimo tempo sulla 10 km.

Quest'anno mi accontenterei di chiuderla in 1:59:59", ma anche impostare una gara regolare, senza esagerare nella prima parte per poi crollare nella seconda.
Nel village trovo anche i miei compagni di squadra, Giulia, Agu, la Ross e Michele: li vedo belli determinati, e purtroppo ne perdo le tracce già durante il riscaldamento, che svolgono a una velocità per me inaffrontabile. So che quando arriverò al traguardo oggi, loro saranno già probabilmente dalle parti di Ferrara!

La gara inizia con una prima parte di percorso meno attraente, per poi tornare verso Treviso costeggiando il fiume Sile: come lo scorso anno però questa è la parte più complicata e pericolosa, perché l'organizzazione non riesce a bloccare il passaggio dei pedoni e dei ciclisti per un paio d'ore, e accade spesso che dietro una curva ti trovi una coppietta o una bici che ti viene incontro. 

Ma io per fortuna quest'anno non ho obiettivi cronometrici particolari e anzi, nonostante 16 km di grande regolarità, a questa distanza mi faccio prima superare e poi sono costretto a camminare per qualche tratto: mi superano i pacers delle 2 ore, e li lascio andar via senza un briciolo di reazione: va bene così..
La giornata si rischiara ed esce un bel sole mentre attraversiamo il centro storico della città, prima di ritrovarci sul rettilineo finale dal quale siamo anche partiti: chiudo in 2 ore e 01, roba che tre mesi fa avrei visto come una debacle, e che oggi mi sembra un tempo dignitoso (ma il podismo non regala niente, e se non ti alleni questo è ciò che ottieni).
Supero la linea del traguardo e mi rendo conto di aver dato tutto, sono esausto ma anche molto divertito: vedendomi tanto sgomento, le ragazze preposte alla premiazione, al posto della medaglia mi mettono al collo un "SalvaLaVita" Beghelli, che sa un po' di "non si sa mai!"
ALESSIO MONTANARI 


Classifiche complete.

GUZZINATI MICHELE
1:28:40
Punti 21+22 Ranking 948
BELLINI GIULIA
1:32:27
Punti 21+26 Ranking 937
BROCCHIERI ROSSELLA
1:32:31
Punti 21+26 Ranking 937
AGUIARI ENRICO
1:37:01
Punti 21+17 Ranking 924
2:01:09
Punti 21+3 Ranking 855

Corsa d'la lievar di Portomaggiore: ottimi piazzamenti dei nostri


Portomaggiore domenica mattina ha riavuto la sua gara podistica, dopo 4 anni di stop (ultima edizione nel 2014) grazie ad un gruppo di volenterosi podisti Portuensi ed ex dello storico locale gruppo “correre è bello” e a pol. Quadrilatero Ferrara si è potuto rivivere l’emozionante evento che una volta si chiamava “circuito” di Portomaggiore al quale hanno partecipato i più grandi atleti italiani.
La gara (perfettamente organizzata) al suo anno zero ha avuto circa 400 partecipanti ed ha preso il nome di “corsa dla lievar di Portomaggiore”. La lepre era il simbolo del gruppo sopra citato, era inserita nel calendario Uisp e valevole come sua 7ª prova del campionato si è avvalsa della collaborazione della locale sezione Avis ed impreziosita dal patrocinio del Comune.
Prima della partenza ufficiale è stato dato il giusto risalto ad un bel esempio di solidarietà e sport con due persone con disabilità (Vittorio e Stefano) seguiti dal centro riabilitativo “parco La Fiorana” (gestito da Cidas) che grazie al volenteroso sostegno degli “spingitori” alla disponibilità degli organizzatori , al prestito delle K bike da loro usate prestate da azienda Kratos e da associazione "un po' per tutti" e comune di Comacchio hanno potuto partecipare alla manifestazione podistica.
Alle 9:30 precise lo start della gara competitiva che ha visto subito la partenza “a razzo” di Luis Ricciardi che ha voluto “saggiare” gli avversari a lui sconosciuti visto che non ha praticamente mai gareggiato a Ferrara; il 25 enne portacolori di Acquadela Bologna è transitato al primo dei 3 giri in 9'15" (3'05" a km) infliggendo già ad un terzo di gara un importante distacco agli avversari, con la coppia di avieri Leccesi Luciano Paladini e Rocco Pezzuto (in servizio alla caserma di Ferrara) a fare da inseguitori. Nei 2 giri seguenti nulla è cambiato, il ritmo di Ricciardi è logicamente leggermente calato (visto il distacco degli inseguitori) sul bello ma impegnativo percorso cittadino che non gli ha impedito di trionfare a braccia alzate come fatto già domenica scorsa a Finale Emilia.
Nella gara femminile da segnalare lo strapotere rosa di Faro Formignana che ha piazzato 4 sue atlete nelle prime 5 con la bravissima Ilaria Baraldi dominatrice della corsa femminile (dopo il secondo posto di domenica a Formignana), la “piazza d’onore” è andata a Rosanna Albertin che ha preceduto la diciottenne Stella Fabbri anche lei Faro.
Lodevole presenza delle autorità comunali alle premiazioni con il sindaco Nicola Minarellli, il vicesindaco Andrea Bareldi e l’assessore alle politiche sociali Alessandro Vacchi che insieme allo staff organizzativo si sono alternati nella distribuzione dei premi.
Gruppi
Quadrilatero (autoesclusasi da premiazione come gruppo organizzatore) 66 iscritti
1 Corriferrara 292 Faro Formignana 26
2 Ferrariola 26
3 Invicta 21
Daniele Trevisi


Io oggi avrei anche fatto una bella gara, se non avessi sbagliato strada nonostante un cartello gigante e un ragazzo che si è sbracciato per indicarmi la via. 
Comunque mi sono molto divertita, e ho ricevuto "atti di gentilezza" davvero notevoli, come quello di un signore dell' organizzazione che mi ha ridato il pacco gara perso, probabilmente per errore raccolto da qualche podista, in cambio della promessa di esserci anche il prossimo anno. Ci sarò!
Sara Melloni











5900m

Tempo
Media
Rank
Punti
ALBERTIN
ROSANNA
24:10:00
4:05:46
935
26
MASCIOLA
LEONARDO
26:05:00
4:25:15
915
16
18°
TIEGHI
ARIANNA
28:06:00
4:45:46
895
18
27°
TORABI
SEPIDEH
30:22:00
5:08:49
872
14
28°
BELLINI
FRANCESCA
30:27:00
5:09:40
871
14
29°
MELLONI
SARA
30:30:00
5:10:10
870
13
43°
VALENTI
CLAUDIA
33:01:00
5:35:46
845
8
44°
BLE'
ANGELA
33:40:00
5:42:22
838
7
45°
TARGA
CRISTINA
34:07:00
5:46:57
834
6
48°
MACRI'
SILVANA
36:49:00
6:14:24
806
5

8900m

Tempo
Media
Rank
Punti
PALADINI
LUCIANO
30:52:00
3:28:05
977
31
FERRARESI
CRISTIANO
31:53:00
3:34:57
971
30
11°
ZAMBONI
MIRCO
32:32:00
3:39:20
966
29
12°
CALLEGARI
PAOLO
32:41:00
3:40:20
965
28
24°
FOGLI
MORRIS
35:37:00
4:00:07
945
24
25°
ROMANO
ALEJANDRO
35:39:00
4:00:20
945
24
27°
PELLEGRINO
RAFFAELE
35:51:00
4:01:41
944
24
35°
GIANANTONI
MARCO
36:52:00
4:08:32
937
23
37°
FARDELLA
ALESSANDRO
37:27:00
4:12:28
933
22
39°
DESERTI
SIMONE
37:45:00
4:14:30
931
22
45°
TENEDINI
CARLO
38:05:00
4:16:44
929
21
47°
BIGONI
MASSIMILIANO
38:29:00
4:19:26
926
21
55°
PIRAZZINI
MAURIZIO
39:39:00
4:27:18
918
19
67°
LAZZARI
DAVIDE
41:35:00
4:40:20
905
16
71°
BONAZZA
FABIO
43:16:00
4:51:41
894
14
74°
VENTUROLI
MARCO
43:37:00
4:54:03
891
14
82°
BUZZI
SIMONE
48:35:00
5:27:32
858
8